Salta al contenuto
it
EUR
L'importanza del sottofondo musicale

L'importanza del sottofondo musicale

on

L'importanza del sottofondo musicale nel tuo locale

 Vista, udito e olfatto: sono questi i sensi che la fanno da padrone e sono i primi ad essere stimolati entrando in un ristorante.

Se disturbi questi sensi prima di far accomodare il tuo cliente, di sicuro non si fermerà nel tuo locale molto a lungo! Infatti se il tuo locale è sporco, maleodorante o rumoroso il tuo cliente di certo lo noterà subito.

Se pensi che la musica di sottofondo nel tuo locale sia indifferente, ripensaci! I più famosi ristoranti d'Italia non basano il loro successo solamente sulla qualità del cibo, ma sull'esperienza all'interno del locale nella sua totalità.

Se, per esempio, i tuoi piatti sono buonissimi, ma lo sono anche quelli del ristorante di fronte al tuo, perché i clienti dovrebbero scegliere te e non lui?

Se due locali si equivalgono, la musica di sottofondo può fare la differenza? Io penso proprio di sì. Di seguito ti spiego come dare al tuo locale un valore aggiunto creando il sottofondo musicale che farà ritornare più volentieri i clienti.

 

Quando pensare al sottofondo musicale

 Una volta aperto il locale, sarai preso da ben altre attività, quindi il momento migliore per scegliere il sottofondo musicale del tuo locale sarebbe prima dell'apertura.

 

Rinnovati

 Alcuni ristoranti aggiornano peiodicamente la loro playlist per rivitalizzare il businnes. Nel tentativo di attirare più clienti, la catena di steak house Old Wild West, ad esempio, studiò un nuovo design del locale, cambiò i piatti, le divise dei camerieri e aggiunse un sottofondo musicale ispirato al far west americano.

 

Stabilisci la giusta atmosfera

 Il sottofondo musicale influirà molto sulle sensazioni e sull'esperienza d'acquisto del tuo cliente: immagina di essere in una caffetteria con luci soffuse e con un sottofondo heavy metal o rock, sarebbe un disastro.

Quindi tieni in considerazione questa cosa nel decidere la tua playlist. Emoziona il cliente, la musica influenza il livello di energia del tuo ristorante. Devi creare un ambiente in cui i clienti occasionali e la clientela abituale si sentano a loro agio.

 

Volume

 A meno che tu non gestisca un locale dove si vedono le partite di serie A, non utilizzare la tv come sottofondo sonoro. In molti casi inibisce la conversazione, sentiti libero di lasciarla accesa ai fini estetici, ma senza volume. Accompagna le immagini con una playlist musicale adeguata.

 

Ritmo

 I clienti cambiano e si comportano in modo differente in base all'orario in cui frequentano il locale, e lo stesso dovrebbe fare la musica. Il volume e il ritmo della musica ti aiuteranno a modificare i comportamenti della clientela: una canzone con un ritmo incalzante farà in modo che i clienti mangino più velocemente, una musica soft suggerirà loro: "Rilassati, resta seduto e goditi un dolcetto".

Ti conviene invece usare una musica più movimentata quando il ristorante è pieno mentre una più dolce quando la serata è meno caotica.

 

Colazione

 Se servi le colazioni, utilizza una musica rilassante per aiutare i tuoi clienti a iniziare bene la giornata.

 

Pranzo

 A pranzo puoi utilizzare una musica più ritmata, così aiuterai i tuoi clienti a pranzare velocemente per tornare carichi al lavoro.

 

Aperitivo

 Alza il volume durante l'happy hour, crea un'atmosfera energica e divertente, che accompagnerà una serata in compagnia di amici e ottimi drink.

 

Cena

 Inizia la serata con il volume al minimo, poi alzalo gradualmente verso il fine serata.

 

Dopocena

 Dopo le 22 conviene incrementare il ritmo come durante l'aperitivo, ma a volume un po' più basso. Abbassalo poi sempre di più mano a mano che i clienti vanno a casa.

 

Rimani fedele a te stesso

 Alcuni locali cambiano tutti i mesi la loro playlist per rimanere al passo: tutto dipende dal tipo di clientela che frequenta il tuo locale.

Se i tuoi sono clienti che vogliono sentirsi al passo con i tempi, devi suonare sempre le ultime hit del momento, oggi la musica è accessibile tramite tanti canali differenti: radio, internet radio, Spotify, Youtube o playlist scaricate da Itunes. Questa facilità di accesso ai contenuti musicali genera un pubblico con aspettative molto elevate.

Tieni in considerazione anche la lunghezza della playlist: se troppo breve, i clienti abituali ascolteranno sempre le stesse canzoni, quindi prepara una playlist bella lunga in modo tale da non annoiare i clienti e non dover ritornare troppo spesso a prepararne una.

 

SIAE e diritti d'autore

 Ricordati che per suonare musica nel tuo locale devi pagare i diritti d'autore alla SIAE. Tieni presente che la SIAE fa da tramite tra i musicisti e i fruitori, assicurandosi che l'artista venga ricompensato per il suo lavoro.

 

Come accontentare tutti

 Allora come riuscire ad accontentare tutti? Semplice, è impossibile...però puoi provare ad accontentare la maggior parte dei tuoi clienti seguendo le regole suesposte.

Per concludere, la tua clientela potrebbe anche non accorgersi se le tue scelte in fatto di musica, estetica del locale e cibo sono azzeccate, ma noterà subito se c'è qualcosa che non va. Ricorda che cibo squisito, illuminazione adeguata e buona musica sono tre fattori fondamentali che faranno tornare i clienti al tuo locale, per rivivere un'esperienza indimenticabile.

Lascia qui il tuo commento

Related Posts

Flexitariani all'arrembaggio
June 06, 2024
Flexitariani all'arrembaggio

Costruire menu capaci di soddisfare la maggior parte dei gusti alimentari dei clienti è sempre più strategico. Perché anche chi...

Leggi l'articolo
Il menu green mette radici anche al bar
June 06, 2024
Il menu green mette radici anche al bar

Dalla colazione al pranzo si moltiplicano le proposte veg. Si va dai cappuccini al croissant per proseguire, a mezzogiorno, con...

Leggi l'articolo
Drawer Title
Prodotti Simili